Servizio Civile
 

 

Avviso del 28 ottobre 2016

Per il corrente anno abbiamo deciso di non coinvolgere Volontari del Servizio Civile.

AVVISO DEL 9 GIUGNO 2012
Tutti i volontari selezionati ed idonei (cioè selezionati, dal 1° al 15° posto), sono invitati a presentarsi presso la Segreteria dell'Associazione per preparare i documenti di rito.

L'avvio del progetto è stato fissato dal 02.07.2012.

 

_____________
AVVISO DEL 7 GIUGNO 2012
Il SCN preso atto atto della rinuncia di Arcoleo Anna autorizza il subentro di Zaffiro Antonina quale idonea utilmente classificata.

 

 

*

 

 

AVVISO DEL 24 MAGGIO 2012 - DA VALERE COME NOTIFICA!
Testo: Tutti i partecipanti al progetto "il bastone" IDONEAMENTE classificati (i primi 14) sono invitati a voler consegnare il certificato medico aggiornato - richiesto e più volte sollecitato - alla Segreteria.
Poichè dovanno pervenire all'Ufficio di Serv.Civile Nazionale entro un termine perentorio, qualora entro tre giorni non saranno consegnati alla segreteria dell'Associazione, gli inadempienti saranno ritenuti rinunciatari.
*
avviso del 20 maggio 2012
Apprendiamo che il nostro progetto di SCN "il bastone" ha ricevuto l'autorizzazione all'avvio dal 2 luglio c.a.
SI INVITANO I VOLONTARI UTILMENTE COLLOCATI IN GRADUATORIA DI VOLER PRENDERE URGENTE CONTATTO CON LA SEGRETERIA (091 9827864  - 360663881)
*

 

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE - Anno 2011
Ente cod. NZ04554 – Sede: 87044 - Progetto “ Il bastone”
GRADUATORIA FINALE -  ELENCO IDONEI
                               
Candidato
Data di nascita
Punteggio
Esito
1
Colaianni Giuseppe
02.08.1986
86,00
IDONEO SELEZIONATO
2
Diana Gaia
01.12.1986
76,33
IDONEA SELEZIONATA
3
Ferraro Salvatore
23.10.1983
76,00
IDONEO SELEZIONATO
4
Mazza Giuseppina
11.03.1989
69,11
IDONEA SELEZIONATA
5
Scaccia Gaspare (*)
12.04.1991
68,33
IDONEO SELEZIONATO
6
Benigno Claudio Santo
07.06.1989
68,33
IDONEO SELEZIONATO
7
Rizzo Simona
07.05.1984
66,78
IDONEA SELEZIONATA
8
Colantoni Michele
05.03.1992
66,22
IDONEO SELEZIONATO
9
Macaluso Gabriella
21.11.1988
64,83
IDONEA SELEZIONATA
10
Miceli Elena
03.04.1986
64,33
IDONEA SELEZIONATA
11
Pollaccia Francesca
24.12.1990
61,22
IDONEA SELEZIONATA
12
Coppola Giovanni (*)
04-09-1989
60,67
IDONEO SELEZIONATO
13
Arcoleo Anna
18/10/1985
60,67
IDONEA SELEZIONATA
14
Spinuzza Annarita (*)
11.05.1989
60,44
IDONEA SELEZIONATA
15
Zaffiro Antonina
04.05.1984
60,44
IDONEA NON SELEZIONATA
16
Anello Elisabetta
01.08.1984
58,67
IDONEA NON SELEZIONATA
17
Civiletti Anna Rita
15.09.1988
58,06
IDONEA NON SELEZIONATA
18
Bonfardeci Francesco
06.07.1987
57,44
IDONEO NON SELEZIONATO
19
Faraone Nicolò
28.06.1986
55,44
IDONEO NON SELEZIONATO
20
Romano Cristiana
07.06.1989
55,33
IDONEA NON SELEZIONATA
21
Altieri Alessandro
09.08.1989
54,56
IDONEO NON SELEZIONATO
22
Caci Lucia
25.06.1984
53,33
IDONEA NON SELEZIONATA
23
Savarino Angela Elisa
26.05.1983
53,33
IDONEA NON SELEZIONATA
24
Alessandro Valentina
05.11.1991
52,44
IDONEA NON SELEZIONATA
25
Superi Luca
11.04.1991
51,56
IDONEO NON SELEZIONATO
26
Sampino Maria Cristina
18.01.1988
51,33
IDONEO NON SELEZIONATA
27
Mannino Fabio
29.10.1991
50,78
IDONEO NON SELEZIONATO
28
Runfola Annamaria
27.11.1984
50,56
IDONEO NON SELEZIONATA
29
Scalavino Gaetana
02.07.1992
50,44
IDONEO NON SELEZIONATA
30
Bassano Maria
25.06.1987
49,33
IDONEO NON SELEZIONATA
31
La Marca Diego
16.05.1984
49,11
IDONEO NON SELEZIONATO
32
Barbaro Giacomo Alessio
22.11.1985
48,67
IDONEO NON SELEZIONATO
33
Tumminello Riccardo
04.07.1990
47,22
IDONEO NON SELEZIONATO
34
D’Aria Rosaria
05.10.1988
46,22
IDONEO NON SELEZIONATA
35
Prester Debora
16.08.1988
46,11
IDONEO NON SELEZIONATA
36
Rosato Rosa Maria (*)
06.11.1991
45,00
IDONEO NON SELEZIONATA
37
Di Maria Antonella
06.02.1984
45,00
IDONEO NON SELEZIONATA
        *precede con pari punteggio per età 

 
SERVIZIO CIVILE NAZIONALE - Anno 2011
Ente cod. NZ04554 - Sede: 87044 - Progetto “ Il bastone“
ELENCO DEI NON IDONEI - ESCLUSI DALLA SELEZIONE - ASSENTI
 
 
Candidato
Data di nascita
Esito
1
Gottuso Marzia
02.07.1989
NON IDONEO PER PUNTEGGIO
2
Coffaro Antonino
14.06.1985
NON IDONEO PER PUNTEGGIO
3
Carrozza Roberta
12.07.1990
NON IDONEO PER PUNTEGGIO
4
Guarino Rosalia
14.02.1988
NON IDONEO PER PUNTEGGIO
5
Giuliano Manuela
23.04.1992
NON IDONEO PER PUNTEGGIO
6
Arena Lidia
26.02.1986
NON IDONEO PER PUNTEGGIO
7
Mancino Jessica Clelia
02.08.1990
NON IDONEO PER PUNTEGGIO
8
Coppola Riccardo
03-03-1993
NON IDONEO PER PUNTEGGIO
9
Andolina Maria Rosaria
 
NON SI E’ PRESENTATA AL COLLOQUIO
10
Bonanno Alessio
 
NON SI E’ PRESENTATO AL COLLOQUIO
11
Guadagna Giuseppe
 
NON SI E’ PRESENTATO AL COLLOQUIO
12
Marsala Simone
 
NON SI E’ PRESENTATO AL COLLOQUIO
13
Pullara Fabio
 
NON SI E’ PRESENTATO AL COLLOQUIO
14
Tabbone Alessandro
 
NON SI E’ PRESENTATO AL COLLOQUIO
15
Zappulla Francesco
 
NON SI E’ PRESENTATO AL COLLOQUIO
16
Zummo Antonina
 
NON SI E’ PRESENTATA AL COLLOQUIO
17
Gargano Carlo
 
ESCLUSO PER LIMITI DI ETA’
18
Palazzotto Giovanni
 
ESCLUSO PER ISTANZA VIA E-MAIL

Si ricorda che dovranno presentarsi muniti di documento di identità in corso di validità e, se impossibilitati a partecipare nel giorno assegnato dovrà essere concordato un diverso giorno almeno 24 ore prima della data prestabilita.

La selezione avverrà presso i locali di Via Volontari Italiani del Sangue, 3 - Palermo, ed è effettuata, ai sensi dell’art. 8 del decreto legislativo n.77 del 2002; il colloquio riguarda le attività messe in atto per  individuare i soggetti più adatti al contesto strutturale e valoriale dell’ente e “più idonei” a svolgere i compiti previsti dal progetto.  

 ASPIR – Volontariato Socio Sanitario

BANDO SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2011

CONVOCAZIONE PER SELEZIONE

PROGETTO “IL BASTONE”

Presso la sede di Via Volontari Italiani del Sangue n. 3

di Palermo 

 

NOMINATIVO

GIORNO

ORARIO 9,30 – 13,30

  1.  

Alessandro Valentina

14.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Altieri Alessandro

14.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Andolina Maria Rosaria

14.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Anello Elisabetta

14.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Arcoleo Anna

14.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Arena Lidia

14.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Barbaro Giacomo Alessio

14.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Bassano Maria

14.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Benigno Claudio Santo

14.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Bonanno Alessio

14.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Bonfardeci Francesco

14.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Caci Lucia

14.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Carrozza Roberta

14.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Civiletti Anna Rita

14.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Coffaro Antonino

14.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Colaianni Giuseppe

14.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Colantoni Michele

14.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Coppola Giovanni

14.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Coppola Riccardo

14.11.2011

Ore 9,30

  1.  

D’Aria Rosaria

15.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Di Maria Antonella

15.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Diana Gaia

15.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Faraone Nicolò

15.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Ferraro Salvatore

15.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Giuliano Manuela

15.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Gottuso Marzia

15.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Guadagna Giuseppe

15.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Guarino Rosalia

15.11.2011

Ore 9,30

  1.  

La Marca Diego

15.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Macaluso Gabriella

15.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Mancino Jessica Clelia

15.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Mannino Fabio

15.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Marsala Simone

15.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Mazza Giuseppina

15.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Miceli Elena

15.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Pollacchia Francesca

17.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Prester Debora

17.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Pullara Fabio

17.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Rizzo Simona

17.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Romano Cristina

17.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Rosato Rosa  Maria

17.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Runfola  Annamaria

17.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Sampino Maria Cristina

17.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Savarino Angela Elisa

17.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Scaccia Gaspare

17.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Scalavano Gaetana

17.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Spinuzza Annarita

17.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Superi Luca

17.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Tabbone Alessandro

17.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Tumminello Riccardo

17.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Zaffiro Antonina

17.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Zappulla Francesco

17.11.2011

Ore 9,30

  1.  

Zummo Antonina

17.11.2011

Ore 9,30

 ____________________________________

 

sono state presentate 55 domande, (2 non valide)

 

la pubblicazione di cui sopra, vale a tutti gli effetti di giusta convocazione e notifica

 ____________________________________________

 

 

Non ti sarà personalmente notificata alcuna convocazione!

 

A titolo di mera cortesia, gli ammessi potranno ricevere e-mail di avviso della pubblicazione del calendario delle selezioni.
Il colloquio di selezione sarà finalizzato all’approfondimento delle
motivazioni, delle conoscenze del Progetto, del Servizio Civile, dell’Ente e delle attitudini personali al SC. Sulla scheda-progetto (box 18) troverai utili indicazioni sui criteri di selezione.
 
 
 

 

Ricordati di presentarti al colloquio munito di documento di identità Valido.

 

Il Candidato che non si presenterà alla selezione sarà escluso.
La mancata ricezione/lettura dell’e-mail di avviso non può costituire motivo per giustificare l’assenza alle selezioni.
per ulteriori informazioni
091-9827864 - 360663881
aspir_onlus@yahoo.it
                                                             Lo staff del Servizio Civile

_____________

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

BANDO 2011

Scadenza: 21 ottobre 2011 ore 14:00

(NB: non fa fede il timbro postale; le domande pervenute oltre il termine stabilito non saranno prese in considerazione)

 

ENTE AL QUALE INDIRIZZARE O CONSEGNARE IN ORIGINALE LA DOMANDA:

 

ASPIR Volontariato Socio Sanitario

Via Volontari Italiani del Sangue N°3

90127 - Palermo

 

 

DOCUMENTI OCCORRENTI

PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI SERVIZIO CIVILE

1.          Allegato 2 del bando (firmato in originale) ; è necessario segnare un indirizzo e-mail)

2.          Allegato 3 del bando (firmato in originale)

3.          Curriculum Vitae (con autorizzazione al trattamento dei dati personali e (firmato in originale)

4.          Fotocopia dei titoli di studio e di altre certificazioni attestanti attività di volontariato e/o percorsi formativi e lavorativi nell’ambito prescelto. (Non saranno valutati titoli non documentati)

5.          Fotocopia della Carta d’identità in corso di validità e del codice fiscale

  N.B. (da leggere con attenzione):

  • Non si accettano domande prive dei documenti ai punti: 1, 2 e 5
  • I criteri di selezione sono dettagliati nel box 18 del relativo progetto
  • Nell’istanza vanno specificati la sede di attuazione progetto e il relativo codice identificativo (rilevabili dal box 16)
  • Le domande possono essere consegnate in busta chiusa presso la segreteria dell’ASPIR di Via Volontari Italiani del Sangue n°3 (aperti esclusivamente la mattina dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 13:00), preferibilmente, dalla persona interessata o spedite via posta (si ricorda che non fa fede il timbro postale e che la domanda, quindi, deve pervenire entro la data di scadenza del bando
  • Le date dei colloqui saranno pubblicate sul sito internet http://aspironlus.interfree.it (si precisa che tale avviso avrà valore di notifica)
  • E’ possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile nazionale da scegliere tra i progetti inseriti nel presente bando, tra quelli inseriti nei bandi regionali e delle province autonome o nel bando nazionale. La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti inseriti nei bandi 2011

 Vai al bando:

http://www.serviziocivile.gov.it/smartFiles_Data/af9ec350-4b18-43c4-bef3-85d8c1d4a2ec_Bando Regione Sicilia 2011.pdf

 

Scarica il file con gli allegati 2 e 3:

http://www.serviziocivile.gov.it/smartFiles_Data/0250a5a0-4de5-446b-9ddf-b8612d5c4b4e_ALLEGATI 2_3_4 Bando2011.doc

 

Progetto approvato: IL BASTONE

 

 

SCHEDA PROGETTO PER L’IMPIEGO DI VOLONTARI IN

SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

 

 

ENTE

 

 

1)     Ente proponente il progetto:

    

ASPIR  VOLONTARIATO SOCIO-SANITARIO

 

L’ASPIR Onlus è una Associazione di Volontariato Socio Sanitario Non Lucrativa di Utilità Sociale costituita nel 1996, riconosciuta dalla Regione Sicilia con Decreto Ass. EE.LL. N° 514 / XIII del 30/03/2000 con l’iscrizione all’Albo per competenze alla sez. A-B (socio Sanitario -socio Assistenziale) (art.6 della L. R. n°22/94) e facente parte dell’Unione delle Associazioni No Profit.

Ha sede legale presso la Divisione di Pneumologia dell’ Azienda di Rilievo Nazionale di Alta Specializzazione (Osp.Civico, Di Cristina, Ascoli) di Palermo ed operativa in Via Volontari Italiani del Sangue n.3 e si avvale in modo determinante e prevalente delle prestazioni personali, volontarie e gratuite dei propri soci, offrendo servizi socio-sanitari integrativi e non sostitutivi di quelli dovuti dalle istituzioni pubbliche.

Promuove iniziative sociali e culturali per migliorare le condizioni di vita di persone disagiate, immigrati e di degenti presso il reparto dell’U.T.I.R. del Osp.Civico di Palermo.

Svolge attività integrative e di supporto con i servizi sociali ed assistenziali.

 

 

 

2)     Codice di accreditamento: NZ04554

 

 

3)     Albo e classe di iscrizione:  Regionale (Sicilia)   - 4^   

     

CARATTERISTICHE PROGETTO

 

 

4)     Titolo del progetto:

 

 

IL BASTONE”

 

 

………[…… ]………

 

7)   Obiettivi del progetto:

 

 

 

………[…… ]………

 

OBIETTIVI GENERALI DEL PROGETTO

 

·         Promuovere e sviluppare la cultura del Servizio Civile Nazionale nel territorio come nuova opportunità per i giovani sia a livello formativo che di impegno concreto nella propria comunità locale;

·        Consentire ai giovani operatori di servizio civile di svolgere l’attività di aiuto che gli consente di sperimentare le proprie capacità e di acquisire la consapevolezza dei propri limiti e delle proprie risorse (rispetto degli orari e dei tempi di lavoro, relazione con l’autorità, rispetto delle decisioni condivise dall’equipe di lavoro, rispetto della riservatezza dettata dall’ambito professionale).

·        Favorire l’acquisizione da parte dei giovani in Servizio Civile di elementi di conoscenza e competenza necessari allo svolgimento del servizio  e utili per la crescita umana sia a livello personale che a livello sociale.

·        Apprendere e migliorare le proprie competenze nella relazione di aiuto e acquisire conoscenze sul fenomeno del disagio attraverso l’approccio diretto e relazionale.

·        Fare sperimentare al giovane l’esperienza di servizio agli ultimi che, adeguatamente seguita in termini di formazione, verifica, dia spunti sulla scelta professionale e orienti i giovani ai valori della solidarietà e dell’accoglienza.

·        Dare ai giovani la possibilità di vivere e confrontarsi insieme agli altri volontari e sperimentare da una parte l’esperienza di indipendenza ed autonomia e dall’altra, uno stile di vita basato sull’accoglienza e la condivisione.

·         Favorire la crescita e la valorizzazione della persona per il raggiungimento di alti livelli di coscienza civica e di cittadinanza attiva

·        Acquisire abilità e competenze rispetto all’ambito socio-assistenziale

Infine, come più volte detto, obiettivo principale perseguito dall’Ente è di contribuire alla formazione civica, sociale e culturale dei giovani che svolgeranno il servizio con riferimento principalmente alla cittadinanza attiva, al dovere di solidarietà di tutti i cittadini, alla pace ed alla giustizia. Questi ultimi sono valori e regole di vita dell’Ente proponente il progetto.

 

OBIETTIVI SPECIFICI DEL PROGETTO

 

Gli obiettivi specifici del progetto, si delineano a partire dalla descrizione della realtà presentata al punto precedente.

 

  1. Organizzare ed attivare n. 25 ore di attività di promozione e sensibilizzazione
  2. Favorire l’accesso ai giovani con minori opportunità, in particolare i giovani candidati con bassa scolarizzazione.
  3. Formazione, crescita e valorizzazione di n. 14 giovani volontari, anche in termini non professionali, quindi in termini umani e di cittadinanza attiva.
  4. Realizzazione di incontri tra i volontari di diversi enti per favorire la crescita attraverso il confronto.
  5. Assistere almeno n. 10 anziani/disabili, a domicilio, in tutti i loro bisogni sociali, al fine di migliorarne la qualità di vita (È ESCLUSA L’ASSISTENZA ALL’IGIENE DELLA PERSONA);
  6. Assistere il 100% dei soggetti svantaggiati che richiederanno i servizi dell’Associazione;
  7. Potenziare e migliorare i servizi informativi a favore della popolazione anziana e disabile residente.
  8. Contribuire in maniera significativa a migliorare le condizioni di vita della popolazione della terza età e dei disabili ponendosi come intermediari con i pubblici servizi territoriali;
  9. Formare nuove figure di operatori professionali, rappresentati dai volontari in servizio civile che prenderanno parte al progetto, in grado di acquisire durante i 12 mesi di servizio civile specifiche competenze nel settore dell’integrazione e dell’assistenza delle persone anziane e disabili spendibili ai fini occupazionali dopo la scadenza del progetto, attraverso la stipula di possibili convenzioni con l’Ente locale interessato alla riuscita del progetto (Comune) o eventuali altri enti presenti nel territorio di competenza;
  10. Sviluppare potenzialità e capacità personale dei giovani in servizio civile coinvolgendoli in attività di animazione e sensibilizzazione rivolte al territorio, soprattutto a gruppi giovanili (scuole e parrocchie). Il coinvolgimento dei volontari nelle attività organizzate dall’Associazione ha l’obiettivo di rafforzare la sensibilizzazione nel territorio, ed in particolare dei giovani, sulle tematiche inerenti alla solidarietà e alla pace. La testimonianza di chi vive in prima persona l’esperienza del Servizio Civile è fondamentale per avvicinare il mondo giovanile ai luoghi di servizio, per dare occasioni di riflessione con contributi “nuovi”, per promuovere lo stesso progetto di Servizio Civile.
  11. Realizzazione di azioni concrete per sensibilizzare la cittadinanza ad attenzionare le diverse problematiche dei cittadini di terza età;
  12. Contribuire in maniera significativa a migliorare le condizioni di vita della popolazione di terza età e o disabile ponendosi come intermediari con i pubblici servizi territoriali;

 

Infine, coerentemente alla normativa del SCN, la finalità principale del progetto è di contribuire alla formazione civica, sociale, culturale e professionale dei giovani che svolgeranno il servizio. In tale ottica sia la formazione (generale e specifica) che l’intero corpo delle attività previste sono immaginate come un unico percorso trasversale di formazione e crescita del Volontario.

 

In sintesi il progetto punta a prestare:

- Un servizio presso la sede dell’Aspir rivolto ai soggetti svantaggiati portatori di disaggio (destinatari) che normalmente vi si rivolgono e sono aiutati, con l’impiego di n. 4 volontari;

- Un servizio a domicilio a favore delle persone anziane e o disabili (destinatari) residente nel comune dove è ubicata la sede di attuazione dell’Ente, con particolare riferimento ai soggetti con patologie cronico-invalidanti con l’impiego di n. 10 volontari.

 

In termini numerici complessivamente si punta a soddisfare i bisogni di:

-         per quanto riguarda il servizio svolto conto la sede, di tutti gli utenti, parenti dei ricoverati negli ospedali (destinatari), dell’ente medesimo, quindi il 100%

-         per quanto riguarda le attività a domicilio, un minimo di 10 ed un massimo di 20 anziani/disabili (destinatari)

 

 

 

- Esplicitazioni dello specifico obiettivo della dimensione della crescita personale del giovane e alla sua valorizzazione intesa in termini non professionali:

Uno degli obiettivi principali del progetto, come indicato anche al n. 3 degli obiettivi specifici, è  favorire la crescita del volontario e la sua valorizzazione.

Nello specifico, come meglio indicato nel box n. 8,  il progetto prevede tutta una serie di attività appositamente studiate per far crescere il volontario sia professionalmente che come cittadino. Alcune attività infatti prevedono scelte autonome, piccole responsabilità, spazi e tempi auto-gestiti. Inoltre, come specificato nel box successivo, sono stati previsti tutta una serie di momenti/occasioni di incontro e creazione di gruppi per favorire la crescita personale del giovane e la sua Valorizzazione.

 

- Progetti mirati a favorire la partecipazione al sc da parte di giovani con minori opportunità (bassa scolarizzazione; minori opportunità socio-culturali; disabilità compatibili con le attività previste dal progetto; reinserimento post-affido ai Servizi Sociali; migranti di seconda generazione con cittadinanza italiana) ed identificazione al box 18 delle relative modalità di selezione:

Il presente intervento mira a favorire l’accesso ai giovani con minori opportunità, nello specifico soggetti con bassa scolarizzazione. In sede di selezione a parità di parità di punteggio sarà attribuita loro priorità d’accesso.

 

--------------------

8)      Descrizione del progetto e tipologia dell’intervento che definisca in modo puntuale le attività previste dal progetto con particolare riferimento a quelle dei volontari in servizio civile nazionale, nonché le risorse umane  dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

 

 

 

8.1 Complesso delle attività previste per il raggiungimento degli obiettivi

Il progetto intende mettere a disposizione sia degli utenti dell’Aspir che degli anziani che dei disabili e delle loro famiglie un’offerta più consistente e articolata di servizi, andando oltre le risposte ai bisogni primari, assicurando spazi e occasioni di condivisione e di dialogo in cui sviluppare relazioni di aiuto e avviare percorsi di reinserimento sociale. Si intende intervenire in una prospettiva privilegiata di natura educativa e promozionale, che si specifica nell’offerta di sostegno e accompagnamento in percorsi di reinserimento sociale.

I giovani che partecipano al progetto contribuiscono principalmente integrando i servizi offerti, per qualificare le relazioni interpersonali e di gruppo, offrendo loro nuove occasioni di socialità. Contemporaneamente la loro presenza rappresenta una occasione, spesso unica, per sperimentare modalità innovative e potenziamento di servizi socio-assistenziali.

Le attività previste sono organizzate i cinque fasi di seguito riportate:

0° Fase

Attività di promozione del progetto ed avvicinamento dei potenziali candidati.

1° Fase

Periodo: 1° e 2° mese

I giovani in S.C. svolgeranno un periodo di osservazione e conoscenza dei servizi, degli operatori, delle attività, sia degli Anziani che dei disabili;

Sarà avviata la formazione generale e la formazione specifica; si realizzeranno interventi  in accompagnamento agli operatori.

2° Fase

Periodo: 3°- 4°-5° mese

Si ultimerà la formazione generale con il relativo monitoraggio previsto

I Volontari in S.C. si dedicheranno alla pubblicizzazione del progetto, stabiliranno i contatti operativi con gli operatori socio sanitari ai fini del reclutamento di nuovi anziani e/o disabili e procederanno alla selezione delle richieste delle famiglie pervenute al Centro.

Si procederà quindi alla costituzione dei gruppi e all’abbinamento ed alla pianificazione dei turni.

Saranno trattati altri moduli inerenti la formazione specifica.

Inoltre, saranno realizzate n. 5 incontri nelle parrocchie e negli oratori della Città di Palermo. In occasione di tali eventi informativi distribuiranno, dopo averli prodotti, un depliants e/o una locandina.

Si procederà ad allestire un  laboratorio socio – ricreativo ed a promuoverlo attraverso la stampa di una locandina da affiggere.

3° Fase

Periodo: 6°- 7°- 8° -9° mese

I volontari dal sesto mese in poi condurranno le attività in autonomia, realizzeranno interventi domiciliari di sostegno degli assistiti nella gestione della casa, nelle commissioni e nella spesa, parteciperanno ai moduli di formazione specifica, promuoveranno n.3 incontri nelle scuole superiori e saranno coinvolti nella testimonianza nelle tre emittenti televisive  e radiofoniche (3) locali.

Parteciperanno, inoltre,  alla valutazione in itinere delle azioni del progetto.

I volontari avviati presso la sede saranno costantemente affiancati dagli operatori. Tutti i volontari, opereranno in contatto con l’OLP.

4° Fase

Periodo: 10°-11°-12° mese

I volontari in S.C. proseguiranno nella conduzione autonoma delle attività affidate, in sede o a domicilio,  parteciperanno agli ultimi moduli di formazione specifica e saranno coinvolti nella valutazione ex post delle azioni  e alla verifica del progetto.

 

Tutte le attività saranno monitorate, valutate e se necessario si interverrà per la correzione di eventuali errori di programmazione e/o attuazione.

 

………[…… ]………

 

8.3    Ruolo ed attività previste per i volontari nell’ambito del progetto

I volontari del servizio civile verranno coinvolti in tale progetto e di esso faranno parte. Nell’ambito del progetto in questione verranno affiancati dagli operatori e dall’OLP, dai quali apprenderanno, gradualmente nell’arco dell’anno, le principali tecniche assistenziali e le nozioni sanitarie di base.

SERVIZIO PRESSO LA SEDE (N. 4 VOLONTARI):

Nel servizio presso la sede i volontari svolgeranno le seguenti attività:

- Ascolto empatico, dialogo, personalizzazione delle prestazioni, accompagnamento e  sostegno

- Attività di animazione (visione di film, momenti ricreativi e culturali di vario genere)

- Supporto nei suoi impegni quotidiani

- Collaborazione con gli altri operatori dell’Associazione per l’erogazione dei servi sociali richiesti all’ente.

SERVIZIO A DOMICILIO (N. 10 VOLONTARI):

Nel servizio di assistenza domiciliare,  verrà chiesto al volontario  di intervenire principalmente nell’area delle relazioni con gli altri.

Potrà pertanto accompagnare l’anziano e o il disabile nelle attività quotidiane (fare la spesa,  pagamento delle bollette), nell’adesione ad iniziative, anche organizzate dal gruppo stesso dei volontari, di carattere culturale e ricreativo (teatro, spettacoli in piazza, cinema, serate danzanti).
In particolare sarà importante il sostegno che il volontario potrà offrire ad anziani e disabili soli che chiedono anche che qualcuno trascorra un po’ di tempo in loro compagnia ascoltandoli.

Nel servizio di compagnia domiciliare per gli anziani e disabili impossibilitati ad uscire verrà chiesto al volontario, oltre al servizio di compagnia, anche di assisterlo nelle attività in cui lo stesso è impossibilitato, quali ad esempio prescrizioni mediche, acquisto dei farmaci, fare la spesa, pagamento delle utenze, etc.

 

/===============================================/

-Previsione di specifiche attività legate all’obiettivo della partecipazione al sc da parte di giovani con minori opportunità:

Il presente intervento per propria natura e per le modalità di svolgimento si presta particolarmente all’accesso al servizio civile di giovani di bassa scolarità e/o a rischio di esclusione sociale in quanto le attività legate all’obiettivo non richiedono un alto livello di scolarizzazione, ma semplicemente tanta umanità ed amore verso il prossimo.

 

 

 

   9)      Numero dei volontari da impiegare nel progetto: 14

 

 

10)  Numero posti con vitto e alloggio: 0

 

 

11)  Numero posti senza vitto e alloggio: 14

 

 

12)  Numero posti con solo vitto: 0

 

 

13)  Numero ore di servizio settimanali dei volontari: 30

 

 

14)  Giorni di servizio a settimana dei volontari: 6

 

 

15)  Eventuali particolari obblighi dei volontari durante il periodo di servizio:

 

 

 

Disponibilità al trasferimento temporaneo della sede in caso di:

  • eventi di formazione e sensibilizzazione diocesani, regionali o nazionale  (es. incontro nazionale giovani in servizio civile)
  • roteazione nell’assegnazione dei ruol
  • campi estivi in Italia
  • intervento in caso calamità naturali
  • missioni umanitarie

In ragione del servizio svolto si richiede inoltre:

  • rispetto delle regole interne dell’Associazione;
  • adattamento alla flessibilità dell’orario d’impiego (impegni in giorni festivi ecc.);
  • rispetto degli orari e dei turni di servizio (puntualità);

·        disponibilità a svolgere missioni esterne (ad es. per impegni presi dall’ente al di fuori del territorio di appartenenza);

·        richiesta di flessibilità oraria e di spostamento sul territorio per la realizzazione del progetto medesimo;

·        la sottoscrizione di un impegno nel quale si dichiara di non divulgare informazioni personali delle persone assistite, o qualunque altra notizia che si riferisce alle persone, nel rispetto della normativa vigente.

 

 

………[…… ]………

 

16) Le sedi di attuazione del progetto (accreditate) sono:

 

1)      Centro Ascolto Accoglienza e supporto ASPIR– sede operativa – cod. 87044 – Via Volontari Italiani del Sangue n.3 Palermo (tel. 091-9827864)

2)      Divisione di Pneumologia Ospedale Civico Palermo – sede operativa – cod. 87036 – Via Carmelo Lazzaro n.2 Palermo (tel. 091-9827864)

………[…… ]………

 

18)  Criteri e modalità di selezione dei volontari:

    

 

Per la selezione dei candidati  questo Ente, facendo riferimento ai criteri previsti dal sistema di selezione dei volontari approntato dall’Ufficio Nazionale Servizio Civile e approvato dal Direttore Generale, che ha fatti propri, ha improntato un proprio sistema di selezione che differisce da quello dell’UNSC solo nella valutazione dei titoli. Detta variazione si è resa necessaria per favorire l’accesso ai giovani più svantaggiati e nella fattispecie ai giovani con bassa scolarizzazione.

Di seguito si riporta solamente la parte inerente la valutazione dei titoli, perché adeguata al progetto, mentre le restanti parti della circolare ancorché non scritte, per motivi di spazio, si intendono integralmente riportate tal quali.

VALUTAZIONE DEI TITOLI 

Si valuta solo il titolo più alto

Laurea attinente progetto = punti 6

Laurea non attinente progetto = punti 5

Laurea di primo livello (triennale) attinente= 5

Laurea di primo livello (triennale) non attinente= 4

Diploma attinente progetto = punti 4,5

Diploma non attinente progetto = punti 4

Frequenza scuola media Superiore = fino a punti 4 (per ogni anno concluso punti 0,1)

TITOLI PROFESSIONALI

Attinenti al progetto = fino a punti 5

Non attinenti al progetto = fino a punti 3

Non terminato = fino a punti 1

 

ESPERIENZE AGGIUNTIVE A QUELLE VALUTATE = fino a punti 5

ALTRE CONOSCENZE = fino a punti 4

In caso di parità sarà attribuita priorità ai candidati col più basso livello scolastico.

 

 

 

………[…… ]………

 

22)   Eventuali requisiti richiesti ai canditati per la partecipazione al progetto oltre quelli richiesti dalla legge 6 marzo 2001, n. 64:

 

 

Essendo il progetto volto anche a favorire l’inserimento di giovani con minori opportunità non previsti ulteriori requisiti di accesso, ad eccezione della flessibilità oraria.

 

………[…… ]………

 

Formazione generale dei volontari

 

29) Sede di realizzazione:

    

 

Presso la sede di attuazione dell’Ente  e/o eventualmente presso altra sede logisticamente più idonea in relazione alla provenienza territoriale dei volontari del Servizio Civile Nazionale avviati

 

………[…… ]………

 

34)  Durata:

 

 

46 ore

Formazione specifica (relativa al singolo progetto) dei volontari

 

35) Sede di realizzazione:

    

 

Presso la sede di attuazione dell’Ente  e/o eventualmente presso altra sede logisticamente più idonea in relazione alla provenienza territoriale dei volontari del Servizio Civile Nazionale avviati

 

………[…… ]………

 

41)  Durata:

    

 

75 ore

 

 Notizie:

Il Servizio Civile

Con l’approvazione della legge n. 64 del 6 marzo 2001, si dà vita al Servizio Civile Volontario, S.C.V., inteso come libera opportunità di cittadinanza attiva: salvaguardare la Patria, non attraverso la difesa del territorio dello Stato o la tutela dei suoi confini esterni, ma con la condivisione di valori comuni fondanti l'ordinamento democratico.

 

E’ una scelta “libera” che dura 12 mesi e che racchiude in sé la volontà e il desiderio di compiere un’esperienza che consenta sia di accostarsi cautamente al mondo del lavoro, a volte riuscendo anche ad imparare un mestiere spendibile nella futura carriera lavorativa, sia di acquisire una crescita a livello umano, empatico e di abilità relazionali, scoprendo e sperimentando il piacere di “stare con gli altri” e di “fare per gli altri”.

 

Ai sensi dell’art. 2 del Bando del 20.09.2011 per la selezione di 1591 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale nella Regione Sicilia viene di pubblicato, a seguire, il progetto presentato da questa Associazione dal titolo “IL BASTONE”, utilmente collocato.

Nel testo sopra riportato sono trascritte le relative sedi di attuazione, i posti disponibili, le attività nelle quali i volontari saranno impiegati, gli eventuali particolari requisiti richiesti, i servizi offerti dagli enti, le condizioni di espletamento del servizio, nonché gli aspetti organizzativi e gestionali ed ogni ulteriore notizia potrà essere formulata al tel. 091 9827864 o cell. 360663881 o e-mail: aspir_onlus@yahoo.it e presso la sede di Via Volontari Italiani del Sangue,3 – PA.

Le domande di partecipazione vanno inoltrate all’indirizzo:

 

ASPIR – Volontariato socio sanitario onlus

Via Volontari Italiani del Sangue n°3

90127 – PALERMO

 

(la segreteria è aperta dalle 9,30 alle 13 di tutti i giorni feriali)

Si ricorda che è possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di SCN entro la data di scadenza (21 ottobre 2011 – ore 14,00);

Completa informazione (per accedere al testo dei bandi e ai moduli ad essi connessi) si trova siti internet www.serviziocivile.gov.it  e  www.serviziocivilesicilia.it